Orologio Digitale

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

martedì 10 maggio 2016

PIANO, PIANO, LE CONDIZIONI DI PESCA NELLA ZRS STANNO MIGLIORANDO....

Chi è stato a pescare nelle ultime tre settimane nella ZRS si sarà domandato che fine avevano fatto i pesci, in particolare le trote, dato che non si riuscivano più a catturare pescando a secca, e, così ci dicevano, non ci riuscivano più nemmeno gli amici pescatori a spinning...

Ci chiedevano cosa è successo? Come mai le trote sono sparite? Ma avete continuato a fare le semine?

Guardate un po' le foto delle "catture" effettuate nei giorni scorsi dai nostri Soci Mattia Borzacca, Stefano Peri e Iacopo Tinti...

In particolare Iacopo ha preso due trote immesse l'anno scorso, che dall'anno scorso ad ora sono diventate belle grosse... e allora? Perché non si prendeva più niente?

Come potete vedere, sono state catturate anche delle trote che presentano delle cicatrici, cioè delle "beccate", segno della presenza dei predatori, e noi pensiamo che si tratti purtroppo di cormorani, e, dal momento che sono migrati da poco, le trote, ma anche qualche cavedano bello grosso, hanno ripreso a "uscire" dalle tane, e si cibano degli insetti che schiudono in modo quasi costante, durante tutto il giorno, hanno ricominciato quindi a bollare e si pescano a "mosca secca"!

In ogni modo noi continueremo con le semine, ma sempre di trote fario mediterranee, che, come ormai scriviamo da un po' di tempo, sono pesci che provengono da allevamenti che usano riproduttori selvatici del bacino del fiume Magra e del fiume Vara, quindi quando le liberiamo nella ZRS fanno presto ad "inselvatichirsi" e non è poi così scontato che sia facile catturarle.....















Nessun commento:

Posta un commento